Tra le mani

Se un pensiero potesse stare tra le mani – come una tazza calda quando è freddo, come un pezzo di pane quando c’è fame, come una pietra da scagliare quando c’è rabbia. Tangibile ma costretto, fisso e senza alcuna speranza di un ripensamento, di uno sdoppiamento, del farsi azione. Sarebbe inutile un pensiero, se stesse tra le mani.

 

Immagine di copertina: Tina Modotti, Mani di burattinaio, Messico 1929 (via)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...